CM3-HOME schematic (c) Acme Systems srl

Partendo dallo schema a blocchi seguente proseguiamo con una rapida descrizione dello schema elettrico allegato in PDF.

Lo schema è composto da 14 sheet, sono tanti sia perché il circuito è piuttosto complesso sia perché è stato diviso in blocchi logici, a volte anche molto piccoli, per facilitare la comprensione e un riutilizzo dei singoli moduli.

Partiamo dal "main", Il CM3-Home senza suffisso.

Lo schema della CM3 è suddiviso nei blocchi A, B, C. Il B è relativo alle periferiche più complesse dal punto di vista elettrico e non rimappabili: USB, SD card, Cam, HDMI, ecc. In questo sheet c'è il blocco B e i dispositivi direttamente collegati a queste periferiche.

Il blocco C è nello sheet CM3-Home_PWR dove ci sono tutte le alimentazioni dei diversi circuiti.

Il blocco A è nello sheet CM3-Home_IO dove sono evidenziati tutti i GPIO rimappabili con una legenda delle periferiche che ci possono essere associate.

Il componente LAN9514 prende l'unica USB della CM3 e ne ottiene 4 USB più una ethernet. Anche il LAN9514 è diviso in tre blocchi. Il blocco A e B, relativi alle alimentazioni e alle 4 USB sono nello sheet CM3-Home_USB.

Il blocco C è nello sheet CM3-Home_Ethernet insieme al connettore RJ45 e alle protezioni. L'altro componente abbastanza sofisticato è l'FT4232 che, partendo da una delle USB messe a disposizione dal LAN9514 genera 4 seriali. Queste sono nello sheet CM3-Home_Serial. Due sono utilizzate come RS485, una per parlare con la Yarm e la quarta come seriale generica esposta sui morsetti. La debug port è presa direttamente dalla miniuart della CM3 mentre la sua UART completa è utilizzata per parlare con la TPUART.

La TPUART è sul foglio CM3-Home_KNX relativo al bus KNX.

C'è poi lo sheet CM3-Home_1-2-Wire con la 1-wire e la 2-wire (o TWI o I2C).

Il bus DALI è sul foglio CM3-Home_DALI. I relativi RX e TX sono pilotati in bit-banging. Scambiando le due resistenze da 0Ω si può decidere se usare la CPU della YARM oppure la CM3 per generare ed interpretare i segnali.

Nello shet CM3-Home_REL ci sono i due relè pilotati da due GPIO.

In CM3-Home_ANALOG-IN ci sono le protezioni per gli ingressi analogici previsti come antitamper per line bilanciate ma utilizzabili anche in altri modi. Le porte analogiche sono quelle della CPU della YARM in quanto la CM3 non ne ha.

Lo sheet CM3-Home_YARM e quello CM3-Home_WiFi sono relativi a queste due interfacce.

E per ultimo lo sheet CM3-Home_Audio con la parte circuitale relativa, identica a quella usata dalla Raspberry 3. In pratica si usano due PWM (left e right), un buffer digitale per abbassare l'impedenza e un filtro PB per ottenere l'audio, con il risultato di una qualità audio più che decente.

Guido Ottaviani (Autore/Progettista elettronico-firmware-robotica)
Si occupa della progettazione elettronica e del firmware di sistemi embedded per la Robotica e applicazioni industriali e civili oltre che di divulgazione tecnica su internet.
http://www.guiott.com - https://github.com/guiott - guido@guiott.com

The TanzoLab Project

Il TanzoLab è una iniziativa senza fini di lucro, nata da un'idea di Sergio Tanzilli socio fondatore di Acme Systems srl nel Novembre 2015, per trasferire ad appassionati di elettronica e informatica, professionisti e aziende nel settore, le conoscenze necessarie per poter creare prodotti embedded adatti per la produzione industriale.

Le attività del TanzoLab si svolgono ogni mercoledi sera, salvo casi speciali, dalle ore 18:30 presso i locali della Acme Systems srl e consistono in:

  • Talk monotematici a cura di professionisti in vari settori tecnologici
  • Workshop pratici su elettronica embedded, produzione e informatica
  • Progettazione e realizzazione di nuovi prodotti embedded per l'IT

Le attività vengono coordinate tramite questo sito, in cui vengono pubblicati tutti i lavori svolti o in via di sviluppo, e tramite un gruppo Telegram con cui per interagire direttamente via chat con gli altri membri.